Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /web/htdocs/www.tessichetipassa.it/home/wp-content/plugins/facebook-button-plugin/facebook-button-plugin.php on line 244 Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /web/htdocs/www.tessichetipassa.it/home/wp-content/plugins/facebook-button-plugin/facebook-button-plugin.php on line 246


Si parteeeee

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /web/htdocs/www.tessichetipassa.it/home/wp-content/plugins/facebook-button-plugin/facebook-button-plugin.php on line 244 Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /web/htdocs/www.tessichetipassa.it/home/wp-content/plugins/facebook-button-plugin/facebook-button-plugin.php on line 246

Lino e canapaIniziamo con la prima operazione da fare se si vuole creare un tessuto: l’ordito.

Il nome suona un pò sinistro ma non è niente di più che il filo lunghissimo “verticale” messo nel telaio con il quale si intreccierà la trama per formare il tessuto stesso.

Siamo proprio all’ABC della tessitura. Per il prossimo lavoro che vorrei tessere ho scelto un filo abbastanza grosso, una fettuccia di cotone color marrone. Attorcigliando la fettuccia intorno ad una penna si arriva ad avere un centimetro di filo dopo circa 5 giri: ciò vuol dire che farò passare un solo filo per dente. Infatti il pettine del mio telaio ha 6 denti al centimetro: quindi il  tessuto dovrebbe comunque venire abbastanza robusto.

Considerando che vorrei ottenere una larghezza di circa 38 cm finale, conteggio 38 x 6 = 228 fili di ordito, con 114 incroci: poi vi spiegherò a cosa servono.

Per quanto riguarda la lunghezza del tessuto e quindi la lunghezza dell’ordito il conteggio è leggermente più complicato.  Alla lunghezza finale che vorrei ottenere, nel mio caso 120 cm, dovrò aggiungere una lunghezza chiamata di “fine pezza” : corrisponde al filo che non si riesce ad utilizzare all’inizio e alla fine del lavoro  perchè troppo vicino ai bordi e di conseguenza non ci si riesce ad intrecciare la navetta; nel mio telaio questa lunghezza è abbastanza lunga, circa 50 cm.  Inoltre bisogna ancora aggiungere una lunghezza chiamata “ritiro dell’ordito”, un rientro dovuto agli innumerevoli incroci a cui il filo viene sottoposto, che dipende dalla grossezza del filo stesso. Nel mio caso considero circa il 10% della lunghezza finale. Ricapitolando abbiamo: 120 cm – lunghezza finale – “rientro” di circa 12 cm, “fine pezza” 50 cm e ancora frangia di circa 18 cm per un ordito totale di 200 cm. Posso iniziare a montare il mio orditoio artigianale che non è molto comodo da usare, leggermente ridicolo da vedere,  ma è comunque funzionale. Se siete curiosi dovrete attendere il  prossimo post: per ora vi faccio notare, se non lo avete già addocchiato nella foto, vicino ai miei fili di lino e canapa tessuti a mano, dono gradito della mia gentilissima insegnante di tessitura, un piccolo e antico arnese di legno che serviva proprio per  creare il filo, dono anch’esso molto gradito, di mio suocero. Non ho idea di come si chiami e tantomeno di come si usa.   Ogni commento e informazione supplementare sarà ben accetta.  A presto!   😉

Tags: , ,

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS

Leave a Reply

Comments links could be nofollow free.